Juniores, San Vendemiano: successo del tedesco Emil Herzog!

Promossa a pieni voti la prima volta internazionale del Giro di Primavera

San Vendemiano (Tv), 3 Aprile 2022 – La prima volta nel calendario internazionale del Giro di Primavera Juniores parla tedesco. Emil Herzog, ex campione nazionale a cronometro, portacolori del Team Auto Eder – la formazione under 19 della BORA-hansgrohe –, si è imposto in solitaria sul traguardo di via De Gasperi a San Vendemiano (Treviso) coronando una straordinaria azione personale, iniziata nel finale dell’undicesima edizione della gara, valida anche come 2° Memorial Paolo Sant, organizzata con la consueta passione e professionalità dal Sanvendemiano Cycling Team del Presidente Gino Mazzer. Dietro Herzog il belga Vlad Van Mechelen (Lotus Team Mix), terzo gradino del podio per un altro atleta del Team Auto Eder, il tedesco Matteo Gross. Il debutto internazionale del Giro di Primavera non ha tradito le attese: la corsa è stata dura, alta la selezione in virtù dell’impegnativo circuito finale disegnato tra le colline del Prosecco, patrimonio Unescu, in una giornata resa provante anche dal freddo.

Ad applaudire i 161 partiti anche il Presidente della Federciclismo del Veneto, Sandro Checchin, il numero uno della Fci di Treviso, Giorgio Dal Bo, la rappresentante Uci Daniela Isetti e il Commissario Tecnico della nazionale Juniores, Dino Savoldi. Amministrazione comunale rappresentata dal Sindaco Guido Dussin. La gara era divisa in due parti, i primi cinque giri su un circuito pianeggiante nei quali non si sono registrate azioni degne di nota. I corridori, quindi, hanno affrontato, sei volte, il tracciato collinare con Gpm sulla salita della Guizza. Nella seconda fase di gara i primi a mettersi in luce sono stati i portacolori della Borgo Molino Vigna Fiorita, in particolare Cettolin, Favero e Scalco. Quest’ultimo, Turconi (Bustese Olonia) e Milesi (Trevigliese) hanno provato a scivolare via, ma il Team Auto Eder ha guidato l’inseguimento, mentre il gruppo andava via via assottigliandosi. Herzog è partito durante l’ultimo giro, ha messo insieme un margine rassicurante, accentuato nel finale pianeggiante in cui ha potuto far fruttare le sue doti da passista, fino all’arrivo a braccia alzate.

“È stata una bella gara – ha detto il vincitore -, dura, su un percorso impegnativo. Ho cercato di stare davanti, quindi nel finale ho attaccato: una bella vittoria, sono felice. Amo il Veneto e l’Italia, la gente di questi posti: vengo in vacanza e ad allenarmi”.

Soddisfatto anche Gino Mazzer. “Una bella gara – ha detto il Presidente del Sanvendemiano Cycling Team -, la presenza di tanti team stranieri importanti per il debutto internazionale ci onora. Grazie all’amministrazione comunale e alle aziende che supportano i nostri sforzi”.

Ordine d’arrivo:

1° Emil Herzog (Team Auto Eder)

che compie i 128,5 km in 3h17’41” alla media dei 39,002 km/h

2° Vlad Van Mechelen (Lotus) a 1’27”

3° Matteo Gross (Team Auto Eder)

4° Michael Leonard (Franco Ballerini) a 1’32”

5° Matteo Scalco (Borgo Molino Vigna Fiorita) a 2’16”

6° Mathieu Kockelmann (Team Auto Eder)

7° Pietro Mattio (Vigor)

8° Lorenzo Conforti (Work Service)

9° Leonardo Volpato (Uc Giorgione)

10° Pavel Novak (Trevigliese)

 

 

Photo Credits: Bolgan

Ufficio Stampa

San Vendemiano Cycling Team

Sono 171 i pretendenti per il Giro di Primavera!

La prova che apre il calendario internazionale degli Juniores italiani vedrà in gara i migliori atleti della categoria; c’è attesa per l’azzurro Thomas Capra

San Vendemiano (TV), 1 Aprile 2022 – Sarà un 11° Giro di Primavera – 2° Memorial Paolo Sant non solo internazionale, ma di altissima qualità, quello a cui stanno lavorando ormai da mesi gli uomini del Sanvendemiano Cycling Team.

Domenica sulla linea di partenza di San Vendemiano (TV), infatti, si schiereranno tutti i migliori talenti della categoria Juniores provenienti da tutte le parte d’Europa per una prova non solo esigente e spettacolare ma che farà anche da autentica cartina tornasole per le ambizioni dei 171 giovani atleti in gara.

I FAVORITI AL VIA – Ad una settimana di distanza dal clamoroso successo nella prima prova di Coppa delle Nazioni, la Gent-Wevelgem andata in scena domenica scorsa sulle strade del Belgio, il più atteso della vigilia è senza dubbio il trentino Thomas Capra che in terra trevigiana sarà presente con la casacca del suo team, la Assali Stefen Makro. L’azzurro dovrà, però, vedersela con un lotto di partenti che comprende tutti i ragazzi più in forma del momento come Lorenzo Conforti (Work Service Speedy Bike), vincitore ad Altivole, Gabriele Bessega (Bustese Olonia) e Michael Leonard (Team Franco Ballerini).

Ad aprire il folto lotto degli atleti stranieri in gara c’è sicuramente lo slovacco Samuel Novak (Borgo Molino Vigna Fiorita) ma grande attenzione la meritano anche la presenza del Team Auto Eder che potrà puntare sul lussemburghese Mathieu Kockelmann (sesto alla Gent-Wevelgem) oltre che sul tedesco Emil Herzog e del team Ag2r Citroen dello spagnolo Abel Rosado e del belga Maxence Place. Fari puntati anche sullo sloveno Zak Erzen (Adria Mobil) e sul Pogiteam UAE Generali, la formazione giovanile voluta e sostenuta dal vincitore di due Tour de France, Tadej Pogacar.

GRANDE ATTESA – Sono questi solo alcuni dei nomi più interessanti presenti al via dal momento che sarà proprio il Giro di Primavera ad avere il compito di mettere in luce gli atleti più promettenti.

“Siamo felicissimi di poter contare su una presenza così internazionale e di qualità” ha sottolineato con orgoglio il Presidente del Sanvendemiano Cycling Team, Gino Mazzer. “Abbiamo scelto di rendere internazionale questo appuntamento perchè riteniamo che il tracciato che abbiamo consolidato negli anni sia selettivo e spettacolare al punto giusto. Ci tengo a ringraziare sin d’ora tutti coloro che sostengono il nostro impegno e tutti quelli che domenica collaboreranno per la buona riuscita della manifestazione”.

Questo il percorso dell’11° Giro di Primavera:

Via De Gasperi fronte municipio a S. Vendemiano, viale Europa, via Visnadello, via Piave, via S. Giuseppe, via Lourdes, via Calmaor, via Trieste, via Ungheresca, via Dante, via De Gasperi circuito di 10 km da ripetersi 5 volte.

Indi via Roma, loc. Gai, via Longhena, Conegliano, via XXIV maggio, via Cavallotti, via dei Pascoli, inizio circuito alto, via B.Croce, via dei Colli, via del Poggio, via Guizza, GPM, via Costa Alta, (circuito di 10,2 km da ripetere 6 volte), via dei Pascoli, via Lourdes, via L. di Firenze, via L. Da Vinci, via XXIV maggio, San Vendemiano, via Roma, v.le Europa, via Visnadello, via Piave, via S. Giuseppe, via Lourdes, via Dante, via De Gasperi. Totale 128,5 km.

Questo il programma dell’11° Giro di Primavera:

Ore 8.30 – Apertura segreteria

Ore 12.00 – Riunione tecnica

Ore 14.00 – Partenza 11° Giro di Primavera

Ore 18.00 circa – Arrivo 11° Giro di Primavera

Ore 18.15 – Cerimonia protocollare di premiazione

Volantino iscritti – 11 GIRO DI PRIMAVERA – San Vendemiano 03.04.2022

BROCHURE_GIRO_PRIMAVERA 2022

Photo Credits: Bolgan

Ufficio Stampa

San Vendemiano Cycling Team

 

San Vendemiano: un mese al via del Giro di Primavera internazionale!

Fervono i preparativi in casa San Vendemiano Cycling Team per l’appuntamento che aprirà il calendario internazionale degli juniores in Italia

San Vendemiano (TV), 4 Marzo 2022 – Manca meno di un mese all’11° Giro di Primavera – 2° Memorial Paolo Sant, che Domenica 3 Aprile aprirà il calendario internazionale 2022 degli Juniores: cresce l’attesa per la gara organizza dal San Vendemiano Cycling Team, appuntamento di grande fascino e prestigio in cui si sfideranno i migliori interpreti mondiali della categoria. Prosegue, dunque, l’attività della macchina organizzativa coordinata dal Presidente del team neroverde, Gino Mazzer, al lavoro da mesi per definire nei dettagli una corsa ambita da corridori e società e seguita con interesse dagli appassionati.

Anche se in questa stagione il San Vendemiano Cycling Team non avrà una formazione Juniores, l’impegno organizzativo per l’11° Giro di Primavera – 2° Memorial Paolo Sant, vista anche la conferma della gara, da parte dell’Uci, all’interno del calendario internazionale, non è venuto meno. Una certificazione, quella arrivata dalla federazione mondiale, della bontà del lavoro che da anni porta avanti lo staff del Presidente Mazzer, capace di far crescere in modo considerevole la corsa.

“Lo avevamo promesso e siamo di parola. Il prossimo 3 aprile sarà una giornata di grande festa per tutti gli appassionati del ciclismo e per i ragazzi juniores che avranno la possibilità di testarsi subito a livello internazionale su di un tracciato esigente e spettacolare” ha spiegato Gino Mazzer.

Alla luce dell’importanza, sono molte le richieste di partecipazione arrivate alla società, che nella scelta delle squadre guarderà in primo luogo agli aspetti tecnici, cercando contestualmente di valorizzare le società italiane e di avere al via il maggior numero possibile di nazioni. Infine, ma evidentemente non per importanza, la gara rappresenta anche un bel biglietto da visita in chiave turistica per il territorio, alla luce proprio del rilievo internazionale dell’evento.

 

Ufficio Stampa

San Vendemiano Cycling Team

Jrs: il Giro di Primavera sarà internazionale!

Il San Vendemiano Cycling Team al lavoro per allestire l’edizione 2022 della classica di primavera che il prossimo 3 Aprile aprirà il calendario internazionale degli juniores italiani

San Vendemiano (TV), 28 Gennaio 2022 – C’è grande entusiasmo nel quartier generale del San Vendemiano Cycling Team dove, lo staff capitanato dal Presidentissimo, Gino Mazzer è già concentrato sull’organizzazione dell’11° Giro di Primavera – 2° Memorial Paolo Sant che il prossimo 3 Aprile porterà a San Vendemiano (TV) tutti i migliori juniores del panorama internazionale.

La classica di inizio stagione, che nel 2021 ha premiato lo spunto veloce di Vincenzo Russo, sarà quest’anno il primo vero banco di prova per l’intera categoria. Una promozione, quella che ha portato la manifestazione curata dal San Vendemiano Cycling Team all’interno del calendario UCI, che ha premiato quanto la società nero-verde ha saputo esprimere negli ultimi anni: “Lo avevamo promesso e noi siamo di parola. Nonostante in questo 2022 non schiereremo al via una nostra formazione juniores, la nostra società prosegue la propria attività con ancora maggior forza ed entusiasmo. La conferma dell’UCI, che ha accettato la candidatura della nostra gara per il calendario internazionale, ci ha dato ancora maggior spinta ed entusiasmo in vista del prossimo 3 aprile” ha osservato Gino Mazzer. “I protocolli da seguire e le numerose limitazioni causate dal Covid-19 a cui ormai siamo stati abituati non rendono facile la nostra missione ma la nostra macchina organizzativa è già in moto da alcune settimane e sono certo che sapremo offrire una splendida cartolina del nostro territorio”.

Appuntamento fissato quindi per il 3 aprile a San Vendemiano per vedere all’opera i migliori giovani talenti della categoria juniores: si tratterà di un test già molto prestigioso che metterà in palio un traguardo tra i più ambiti del 2022. “La nostra segreteria ha già ricevuto tantissime richieste di partecipazione segno evidente della considerazione di cui godiamo a livello internazionale: nelle prossime settimane saremo chiamati a fare delle scelte per selezionare il miglior gruppo possibile: guarderemo soprattutto all’elemento tecnico senza dimenticare però il valore rappresentato dalle società italiane e, allo stesso tempo, la necessità di avere il maggior numero di nazioni rappresentate ai nastri di partenza” ha concluso Gino Mazzer.

 

Photo Credits: Bolgan

 

Ufficio Stampa

San Vendemiano Cycling Team

Juniores: il San Vendemiano Cycling Team sospende l’attività agonistica dopo 9 anni

La decisione del Direttivo nero-verde è stata ufficializzata nel corso del convivio che si è tenuto ieri sera presso il Ristorante Ca’ del Poggio. Il Presidente Gino Mazzer: “Ci fermiamo per rilanciare con ancora più forza la nostra attività”

San Vendemiano (TV), 19 Novembre 2021 – L’avventura agonistica tra gli Juniores del San Vendemiano Cycling Team è giunta al proprio capolinea: a far calare il sipario su nove intensi anni di attività di primissimo livello nella categoria giovanile più affascinante è stata la serata di gala allestita dallo staff e dalla dirigenza nero-verde all’interno della splendida cornice del Ristorante Ca’ del Poggio.

Una decisione, quella assunta dal direttivo presieduto dall’appassionatissimo Gino Mazzer, “Difficile e dolorosa per chi fa del ciclismo la propria passione e la propria missione” come l’ha definita il numero uno del sodalizio trevigiano che ha precisato: “Eravamo partiti nel 2013 con l’obiettivo di resistere tre anni, questa avventura si è protratta per ben nove stagioni e ci ha regalato delle grandissime emozioni e delle soddisfazioni uniche. Ora è arrivato il momento di sospendere l’attività degli juniores per ricaricare le batterie e per rilanciare con ancora più forza in futuro. E’ una decisione legata alle difficoltà create dalla pandemia, dall’aumento dei costi ormai necessari per sostenere questa categoria e dall’atteggiamento di qualche società che ha come obiettivo l’accaparramento dei migliori corridori. Il San Vendemiano Cycling Team resta in vita, prosegue la propria attività organizzativa con ben quattro gare in calendario nel 2022 tra cui l’11° Giro di Primavera per Juniores che sarà inserito nel calendario internazionale. La nostra società gode di ottima salute e si prepara per un ritorno ancor più prestigioso. In questa occasione mi corre l’obbligo di ringraziare tutti gli sponsor che ci hanno sostenuto e continuano a farlo e il team di direttori sportivi che hanno lavorato con passione e dedizione, condividendo con noi le gioie e anche i momenti difficili”.

Parole chiare quelle tracciate da Gino Mazzer, che aprono scenari nuovi e stimolanti per il sodalizio nero-verde e che sono state applaudite dalla platea impreziosita dalla presenza del Presidente del Comitato Regionale Veneto della FCI, Sandro Checchin e del Presidente del Comitato Provinciale di Treviso, Giorgio Dal Bo.

A testimoniare ancora una volta la propria vicinanza al San Vendemiano Cycling Team è stato anche il primo cittadino di San Vendemiano, Guido Dussin: “Il nostro è un Comune che fa dello sport il proprio punto di forza e questa realtà, nata come una costola dello storico Velo Club San Vendemiano, in questi anni si è distinta per la dinamicità e per la passione che ha messo nel proporre iniziative nuove e sempre interessanti. Con Gino Mazzer e con gli altri dirigenti abbiamo instaurato un rapporto di reciprocità e di grande collaborazione che proseguirà anche in futuro. Sono felice della decisione di promuovere al rango di internazionale anche l’appuntamento riservato agli juniores che consentirà a tutto il nostro territorio di godere di un’altra importante occasione di promozione”.

Al fianco del Sindaco Guido Dussin ad applaudire all’attività promossa e portata avanti in questi anni dal San Vendemiano Cycling Team anche la Consigliere Regionale del Veneto Sonia Brescancin, il Presidente del Velo Club San Vendemiano, Fabrizio Furlan e tutti i rappresentanti delle aziende che sostengono il team nero-verde.

Tra i più applauditi della serata i tecnici che hanno portato in alto la formazione di San Vendemiano a partire da Roberto Sant, Mario Sonego, Mario Marcon sino agli ex professionisti Simone Andreetta e Andrea Dal Col.

A concludere la serata sono state poi le parole di Renzo Zanchetta, Team Manager ed ispiratore del San Vendemiano Cycling Team: “Siamo tutti uomini di sport e sappiamo che nella vita, come nel ciclismo ci sono delle tappe. Questa scelta del direttivo è una di queste tappe: ci sono momenti in cui bisogna prendersi un anno sabbatico, lasciar riposare il terreno perchè torni a fare frutti ancora migliore. Siamo stati di parola: avevamo iniziato dandoci un arco temporale di tre anni e abbiamo triplicato il nostro impegno. Per questo il nostro staff e tutti gli sponsor meritano un applauso. Guardiamo avanti con la consapevolezza e l’orgoglio di poter dire che San Vendemiano sarà l’unico Comune che nel 2022 potrà vantare due organizzazioni internazionali: una riservata agli Under 23 e una per gli Juniores”.

 

Photo Credits: Bolgan

Ufficio Stampa

San Vendemiano Cycling Team

www.sanvendemianocyclingteam.it

45° Giro della Lunigiana

la gara a tappe internazionale per Juniores definita “La Corsa dei futuri campioni”.

All’edizione di quest’anno che si è chiusa domenica 5 settembre a Casano di Luni dopo cinque tappe, si sono presentate 24 squadre e 141 atleti.

Un Giro difficile e impegnativo che ha visto il nostro Matteo Sperandio gareggiare nella selezione del Veneto. Matteo si è difeso bene in tutte le tappe, aiutando e mettendosi a disposizione dei suoi compagni di selezione. Inoltre in una delle tappe più impegnative ha colto un ottimo 4° posto.

JUNIORES: 60^ Vittorio-Cansiglio

Sabato i nostri atleti hanno corso la classica per scalatori, Vittorio Veneto – Cansiglio.

La gara prevedeva un percorso di 6 giri iniziali  pianeggianti, fra i comuni di Vittorio Veneto e Colle Umberto, per poi dirigersi nella parte finale verso la salita del Cansiglio. Purtroppo il nostro corridore di punta, Matteo Sperandio, cade nell’ultimo giro pianeggiante, riportando escoriazioni e contusioni che non gli hanno permesso di proseguire al meglio la gara per entrare nella top ten.

Auguriamo Matteo una pronta guarigione anche in vista della partecipazione al prossimo Giro della Lunigiana in programma dal 2 al 5 Settembre.

San Vendemiano al Giro della Lunigiana con Matteo Sperandio!

Buon momento della formazione diretta da Roberto Sant; alle porte un weekend tutto da vivere sulle strade di Vittorio Veneto e Cappella Maggiore

San Vendemiano (TV), 26 Agosto 2021 – Il podio centrato da Matteo Sperandio al Piva Junior Day di Col San Martino (TV), unito alle recenti ottime prestazioni in tutte le gare più impegnative del calendario nazionale, hanno consentito all’atleta del San Vendemiano Cycling Team di guadagnarsi sulla strada la convocazione, da parte dei Tecnici Regionali del Veneto, in vista dell’ormai prossimo 45° Giro della Lunigiana.

La corsa a tappe più prestigiosa ed ambita del calendario internazionale riservato agli Juniores che si correrà tra Toscana e Liguria dal 2 al 5 Settembre prossimi sarà un ottimo banco di prova per testare le ottime qualità dell’alfiere del San Vendemiano Cycling Team.

“Per noi è un onore poter dare l’opportunità a uno dei nostri atleti di vivere una importante esperienza internazionale come questa partecipazione al Giro della Lunigiana. Matteo in questo 2021 ha dimostrato di saper essere competitivo ogni volta che la strada sale e, ne sono certo, anche al Lunigiana darà il meglio di sè per onorare la maglia della Regione Veneto” ha sottolineato il Direttore Sportivo, Roberto Sant. “Solo attraverso il confronto con i migliori atleti della categoria anche i nostri ragazzi possono crescere e mettersi in luce. Per questo voglio ringraziare i Tecnici del Comitato Regionale per aver premiato Matteo con questa importante chiamata”.

Per preparare al meglio la trasferta al Giro della Lunigiana Matteo Sperandio, insieme ai compagni di squadra, sarà in gara sabato 28 agosto nella 60^ Vittorio Veneto – Cansiglio e, il giorno successivo, nel 19° Gp Bike Team Cansiglio di Cappella Maggiore (TV): due gare esigenti e adatte ai migliori grimpeur della categoria. Sabato 4 Settembre, poi, la formazione del Presidente Gino Mazzer sarà al via del Trofeo Biancoverde che andrà in scena sul circuito pianeggiante di Agna (Pd).

“La nostra società ha già partecipato al Giro della Lunigiana in passato, in particolare nelle stagioni 2018 e 2019, con Davide Ongaro e Federico Guzzo. Ricordo quest’ultimo lottare alla pari con Remco Evenepoel nella frazione con arrivo a San Terenzo dove ottenne un bellissimo secondo posto proprio alle spalle del belga. Sarà una bellissima soddisfazione poter tornare su questo palcoscenico con un ragazzo di valore come Matteo Sperandio” ha aggiunto il Presidente Gino Mazzer. “A Matteo e a tutta la rappresentativa veneta voglio augurare sin d’ora la miglior fortuna”.

 

Ufficio Stampa

San Vendemiano Cycling Team

Photo Credits: Angela Faggion – Photors.it

48° Giro del Ponte

Erano quasi 130 gli atleti ai nastri di partenza domenica a Faè di Oderzo.

Gara caratterizzata da una lunga fuga di 4 atleti che hanno percorso circa 80 km dei 125 complessivi, raggiungendo un vantaggio sul gruppo di oltre 3 minuti.

A 500 metri dall’arrivo però i 4 fuggitivi vengono ripresi dal gruppo e nella volata finale raccogliamo un buon 8° posto con il nostro Jordi Sandrin.